Lug201610

Cop150x150

Caratteristiche tecniche:

234 x 63;  range 4,2 – 6,2; Rocker 2,3 cm.

Costruzione e dotazioni:

Construzione full fiberglass con rinforzi nell’area del piede d’albero e delle strap anteriori e posteriori e finitura airbrush con efficace sistema antiscratch.

  • Scasse Full Carbon: 1 Us box posteriore – 2 Slot Box anteriori;
  • Pinna Maui Fin Company  Freewave G10 28cm;
  • Valvola autoregolante in goretex;
  • Pads in EVA 8 mm ;
  • Strap con doppio tassello antitorsione.

 

Peso rilevato:

  • 6,5 kg. senza pinne e strap – 7,4 kg. con pinna e le strap

 

Primo Sguardo:

Rispetto alle tavole Simmer degli anni precedenti già al colpo d’occhio appare evidente una notevole evoluzione nella fattura palesata sia dalla sopraffina qualità costruttiva che dalle finiture. Doppio tassello antitorsione per le strap posteriori, valvola in goretex autoregolante e  scasse in carbonio. Queste ultime sono un’ esclusiva Simmer che si differenzia dagli altri brand che dotano le proprie tavole con le fragilissime scasse in plastica made in Cobra. Il brand svedese, oltre che munire le proprie tavole di robustissime scasse in carbonio, utilizzando per le slot box delle viti dal diametro più piccolo, mutuandone la funzionalità dal surf da onda, realizza anche degli opportuni irrigidimenti onde rendere le stesse maggiormente antiurto. La tavola può essere usata sia come single fin, per un uso più freewave, che come trifin per renderla maggiormente idonea nel wave.

In acqua:

Sin dai primi bordi la tavola appare molto familiare e semplice da condurre. La doppia possibilità di usarla in configurazione monopinna e trifin la rende adattabile ad ogni condizione. Ho avuto la possibilità di usarla in molteplici situazioni: dalle classiche e rognose condizioni nostrane con onda formata e vento onshore, all’acqua perfettamente piatta, fino ad arrivare al vento leggero side con onda di scaduta. Devo dire che questo Simmer Helix 95 è sempre stato a suo agio. E’ bene precisare che per il mio peso (65 kg.) e per la vela generalmente utilizzata (simmer Icon 5,6) ho sostituito la bellissima MFC di serie da 28 con una Mufins Xwave da 24. In configurazione trifin invece ho utilizzato un assetto Xtri di MUfins 18 – 12,5.

Da single fin la tavola plana prestissimo ed è davvero molto manovrabile tanto da poter essere utilizzata anche come un freestyle puro. Tale prerogativa è apprezzabile anche nel classico on-shore con onda formata dove la tavola, grazie alla sua repentina accelerazione, consente di superare le schiume e i buchi di vento egregiamente rendendo, al rider che si cimenta in tali condizioni, tutto più agevole. La velocità di punta appare molto elevata.

In configurazione trifin la tavola subisce una metamorfosi mostrando un temperamento wave inaspettato per la sua categoria. La tavola entra in surfata mantenendo sempre una buona velocità senza esitazione. Nonostante il suo volume generoso mi sono divertito a surfare le onde di scaduta con vento praticamente al limite. In effetti tale propensione si è manifestata misurando il suo rocker (2,3 zm.) piuttosto generoso. Degna di nota, in tale configurazione, la capacità di mantenere la sovrainvelatura.

In conclusione l’Helix 95 è una tavola tuttofare dalla doppia anima, duttile sia in acqua piatta che tra le onde.

Un doveroso ringraziamento a IMPACT SURF SHOP di Bari ed a SIMMER STYLE ITALIA che mi hanno dato la possibilità di recensire questa tavola.

Paolo – Windspirit Team